Avviso pubblico per la sperimentazione del “Servizio civile ambientale”, nell’ambito del Programma quadro, con riferimento alla “Tutela e valorizzazione delle risorse naturali attraverso modelli sostenibili di consumo e di sviluppo”,

Il presente AVVISO, approvato con determina n. 195 del 18.03.2022, è finalizzato esclusivamente a ricevere manifestazioni d'interesse per l'acquisizione proposte progettuali per la sperimentazione del “Servizio civile ambientale”, nell’ambito del Programma quadro, con riferimento alla “Tutela e valorizzazione delle risorse naturali attraverso modelli sostenibili di consumo e di sviluppo”.

 

Avviso pubblico

per la sperimentazione del “Servizio civile ambientale”, nell’ambito del Programma quadro, con riferimento alla “Tutela e valorizzazione delle risorse naturali attraverso modelli sostenibili di consumo e di sviluppo”, nell’ambito del Programma quadro, con riferimento alla “Tutela e valorizzazione delle risorse naturali attraverso modelli sostenibili di consumo e di sviluppo”.

 

ATTESO CHE il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio civile universale, istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, nell’ambito del Programma quadro per la sperimentazione del “Servizio civile ambientale”, con riferimento alla “Tutela e valorizzazione delle risorse naturali attraverso modelli sostenibili di consumo e di sviluppo”, ha pubblicato un avviso, con data di termine per la presentazione dell’istanza sul sistema Helios, fissata alle ore 14.00 del giorno 29 aprile 2022.

 

CONSIDERATO CHE il suddetto programma è finalizzato a preparare i giovani ad affrontare le  sfide della rivoluzione verde e della transizione ecologica, valorizzando l’istituto del Servizio civile universale e a impiegare i giovani operatori in azioni e servizi volti all’attuazione delle azioni comprese nell’ambito delle Strategie nazionali, regionali e locali per lo sviluppo sostenibile.

 

DATO ATTO CHE Comune di Striano ha interesse a favorire, in continuità con il progetto di Servizio Civile Universale “Biblioteca per tutti”, interventi progettuali, anche sperimentali e innovativi, che consentano ai giovani cittadini di acquisire maggiori competenze relazionali e abilità spendibili in termini di occupabilità mediante lo svolgimento di un’esperienza significativa volta a sviluppare un maggior senso civico, una migliore percezione dei valori democratici e un rafforzamento delle proprie competenze sulla Green economy.

 

TENUTO CONTO CHE l’iniziativa può rappresentare un’occasione per sensibilizzare i giovani in merito alla promozione di modelli comportamentali volti alla sostenibilità ambientale.

 

RENDE NOTO CHE l'Amministrazione Comunale intende raccogliere le manifestazioni di interesse di soggetti pubblici e privati a presentare proposte per la presentazione del progetto di unitamente ad idoneo Ente Capofila, ovvero ente già iscritto all'Albo del Servizio civile universale.

 

L'Amministrazione si riserva di avviare un percorso di co-progettazione con i proponenti a valere sull’avviso pubblicato dal Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio civile universale, istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, con termine per la presentazione dell’istanza sul sistema Helios, fissato alle ore 14.00 del giorno 29 aprile 2022 nell’ambito del Programma quadro per la sperimentazione del “Servizio civile ambientale”, con riferimento alla “Tutela e valorizzazione delle risorse naturali attraverso modelli sostenibili di consumo e di sviluppo”.

 

  1. SOGGETTO PROMOTORE

 

Il Comune di Striano intende partecipare, in qualità di ente partner, per la presentazione del progetto di sperimentazione del “Servizio civile ambientale”, nell’ambito del Programma quadro, con riferimento alla “Tutela e valorizzazione delle risorse naturali attraverso modelli sostenibili di consumo e di sviluppo”.

 

2. PRESENTAZIONE DEI PROGETTI

 

Tutti i soggetti interessati dovranno presentare le loro proposte entro le ore 12:00 del 04 aprile 2022; Complessivamente, ciascun soggetto, potrà presentare una sola proposta progettuale per area tematica.

La presentazione dei progetti di per sé non costituisce obbligo di inclusione da parte dell'Amministrazione, che si riserva di richiedere chiarimenti e/o integrazioni ai progetti presentati.

L’Ente, ai fini della valutazione delle proposte progettuali, provvederà a nominare apposita commissione, che stabilirà quale di queste sia meritoria di essere approvata. L’ente /soggetto firmatario di tale proposta dovrà inoltrare al dipartimento di servizio civile presso la presidenza del Consiglio dei Ministri la stessa in qualità di capofila (soggetto proponente) con la precisazione che tale ruolo comporterà, ai sensi dell’Avviso pubblico, anche l’obbligo degli adempimenti in tema di trasmissione e di rendicontazione

 

3. CARATTERISTICHE ED ELEMENTI ESSENZIALI DELLE PROPOSTE PROGETTUALI

 

I progetti dovranno prevedere attività finalizzate a sviluppare una programmazione operativa ispirata a specifici obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo sostenibile, che sono alla base del Servizio civile universale:

• porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un’agricoltura sostenibile (Obiettivo 2);

• fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, e un’opportunità di apprendimento per tutti (Obiettivo 4);

• rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, resilienti e sostenibili (Obiettivo 11);

• garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo (Obiettivo 12);

• promuovere azioni, a tutti i livelli, per combattere il cambiamento climatico (Obiettivo 13);

• proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell’ecosistema terrestre (Obiettivo 15).

Tali azioni si attuano attraverso programmi di intervento specifici e progetti finalizzati alla rivoluzione verde e alla transizione ecologica, che intendono:

- preparare i giovani ad affrontare le sfide ambientali e cogliere le opportunità della rivoluzione verde

e transizione ecologica;

- trasformare le conoscenze dei giovani sulle tematiche ambientali in “competenze verdi” utili a migliorarne l’occupabilità nei nuovi ambiti della ripresa economica connessi a tali tematiche;

- sostenere, attraverso il “Servizio civile ambientale”, la formazione dei più giovani, a partire dalle giovani donne, nelle discipline scientifico-tecnologiche necessarie per l’innovazione della società (nelle materie STEM (Science, Technology, Engineering e Math) e STEAM (Science, Technology, Engineering, Arts and Mathematics);

- favorire una maggiore consapevolezza dei temi ambientali e suscitare l’impegno alla tutela dell’ambiente a partire dalle giovani generazioni mediante iniziative di tutela e promozione ambientale che vedono la partecipazione attiva e consapevole dei giovani;

- impiegare i giovani in attività di educazione ambientale e di educazione allo sviluppo sostenibile rivolte alla popolazione e alle scuole e in percorsi di diffusione della conoscenza e di buone pratiche

ecologiche finalizzati a ottenere comportamenti virtuosi e stili di vita sostenibili;

- organizzare l’impegno dei giovani in attività di difesa dell’ambiente e di promozione dello sviluppo

sostenibile nonché in azioni in grado di contribuire alla diffusione di modelli di produzione e di consumo sostenibili, anche con riferimento alla sostenibilità alimentare e alla lotta agli sprechi alimentari;

- coinvolgere i giovani nel sistema della cooperazione ambientale nel rispetto dei principi generali della cooperazione allo sviluppo;

- diffondere un approccio consapevole alla sostenibilità e alla interconnessione tra la dimensione ambientale e quella sociale ed economica.

 

4. AREE TEMATICHE

I programmi presentati dagli Enti, nel rispetto degli obiettivi dell’Agenda 2030 e dell’ambito di azione individuato dal Programma quadro, faranno riferimento a specifici territori, contesti, bisogni o aspetti da innovare e potranno essere realizzati in co-programmazione e/o con il supporto di reti, così come previsti dalle Disposizioni vigenti in materia di servizio civile universale.

I programmi sono articolati in progetti che devono sviluppare una o più tipologie di servizi, fra quelle di seguito illustrate:

Tipologia 1. Progettazione, gestione e attuazione di interventi attivi volti alla tutela e alla preservazione dei beni ambientali e alla promozione di modelli di sviluppo sostenibile in collaborazione con le Associazioni riconosciute di protezione ambientale;

Tipologia 2. Realizzazione di un servizio di “educazione ambientale”: le attività possono essere rivolte alle scuole, ai visitatori di aree protette, alla comunità tutta o altre particolari categorie di persone anche svantaggiate.

 

5. LUOGHI

Le attività potranno svolgersi nei seguenti luoghi: nel territorio del Comune di Striano presso i Parchi, Istituti scolastici o altri luoghi pubblici.

 

6. REQUISITI DEI PARTECIPANTI

Saranno prese in esame le proposte avanzate esclusivamente dai seguenti soggetti: ente iscritto all'Albo del Servizio civile universale.

 

7. MODALITA' PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA E SVOLGIMENTO DELLA SELEZIONE

 

La manifestazione di interesse presentata deve essere sottoscritta dal legale rappresentante del soggetto interessato.

 

Per partecipare al presente Avviso, il soggetto interessato dovrà inviare la manifestazione di interesse, comprensiva della proposta progettuale e specificando la tipologia di azione scelta (1 oppure 2), l'indicazione del mittente e ogni altro punto indicato dell’Avviso pubblico del Dipartimento per il Servizio civile, (che si allega per facilitarne la consultazione) e la seguente dicitura: Istanza partecipazione per la sperimentazione del “servizio civile ambientale”, nell’ambito del programma quadro, con riferimento alla “tutela e valorizzazione delle risorse naturali attraverso modelli sostenibili di consumo e di sviluppo.

 

A pena di esclusione, la manifestazione di interesse dovrà pervenire al Comune di Striano entro il termine perentorio delle ore 12:00 del giorno 04 aprile 2022 con la seguente modalità: invio a mezzo pec al seguente indirizzo: protocollo@pec.comune.striano.na.it. È esclusa ogni altra modalità di presentazione. Per quanto non espressamente previsto nella presente Manifestazione di interesse, si rinvia a quanto disposto con l’Avviso pubblico del Dipartimento per il Servizio civile e del Programma quadro per la sperimentazione del “Servizio civile ambientale”.

 

8. ATTRIBUZIONE DEI PUNTEGGI

 

Il Responsabile del Procedimento provvederà a nominare una commissione di valutazione che potrà assegnare a ciascun progetto, appartenente a ciascuno degli ambiti d'intervento, un punteggio massimo di cento punti, così ripartito:

 

Criteri punteggio massimo 100

1 Qualità della proposta progettuale: 20

Qualità tecnica e chiarezza nell’indicazione dell’area di intervento, delle attività progettuali, degli obiettivi specifici, della metodologia, della pianificazione delle attività, dell’organizzazione, dei risultati attesi e della replicabilità 10

Articolazione delle azioni proposte, coerenza dei contenuti ed integrazione tra obiettivi progettuali e strumenti di intervento 10

2 Caratteristiche del soggetto proponente, di cui: 20

Esperienza maturata dal soggetto proponente e da eventuali associati in relazione alle attività ed ai servizi proposti 10

Modalità di coinvolgimento dei destinatari 5

Coinvolgimento delle associazioni con esperienze e competenze specifiche in materia di tutela e valorizzazione ambientale 5

3 Risorse umane coinvolte 20

Competenze professionali acquisite nelle tematiche trattate dal presente Avviso e maturate nel settore della tutela e valorizzazione ambientale 10

Competenze professionali specializzate nelle le specifiche attività progettuali 5

Competenze professionali specifiche per il target cui si riferiscono le attività Progettuali 5

4 Economicità 20

Efficace ed efficiente impiego delle risorse e congruità dei costi 10

Elementi di sostenibilità e di continuità della proposta nel tempo o dei suoi effetti 10

5 Innovatività ed efficacia 20

Previsione di strumenti idonei a potenziare l’impatto dell’intervento proposto soprattutto in riferimento a metodologie e strumenti innovativi efficaci per gli obiettivi specifici dell’Avviso 10

Previsione di indicatori qualitativi e quantitativi tesi a verificare gli effetti delle azioni proposte, in termini di sostenibilità ambientale 10

Striano, lì 18.03.2022

SERVIZIO AA.GG.

IL FUNZIONARIO RESPONSABILE

Dott. Biagio Minichini

 

 

Elenco siti tematici

 
 

IBAN

CONTO CORRENTE BANCARIO
INTESTATO A: COMUNE DI STRIANO – SERVIZIO TESORERIA COMUNALE
IBAN: IT29M0306940273100000046008
INTESA SAN PAOLO FILIALE DI STRIANO
Servizi Vari

CONTO CORRENTE POSTALE
INTESTATO A: COMUNE DI STRIANO – SERVIZIO TESORERIA COMUNALE
CCP: 22983803